Carrello

Spedizione gratuita per tutti gli ordini superiori ai 150 euro!!!

Sendra

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Molto tempo prima che gli abitanti venissero chiamati Texani, le Pianure del Rio Grande costituivano il mondo dei cowboy, diretti discendenti dei Conquistadores Spagnoli, che guidati da Hernan Cortés, assediarono e conquistarono l’impero Azteco e quasi tutto il Messico intorno al 1519. L’occupazione spagnola portò tre secoli di adattamenti e cambiamenti; mentre i cowboy messicani guidavano le mandrie di bestiame “longhorn” per migliaia di miglia, sopravvissero grazie a tre cose: ai loro cavalli, alle loro armi e ai loro stivali, quest’ultimi un vero strumento del loro commercio. Con il passare degli anni questo “strumento” migliorava sempre di più: i tacchi divennero più alti e smussati in modo da renderli meno scivolosi. La conquista del West era cominciata. Le pianure del Rio Grande furono unificate in un’unica terra rinominata Texas, 38esimo stato degli Stati Uniti d’America. I calzolai Texani assunsero quindi i cowboy; perchè anche se la terra aveva cambiato nome le attività rimasero le stesse. Il bestiame continuava ad essere guidato per molte miglia polverose a cavallo. A questo punto gli stivali western subirono altre midifiche. La gamba divenne più corta e rigida, la punta quadrata, e poi appuntita, per adattarsi meglio alle staffe. Ma la grande invenzione degli artigiani Texani fu l’uso di un rinforzo di pelle, appositamente progettato per il montaggio degli speroni. I calzolai trasmisero il loro mestiere di padre in figlio, ogni generazione contribuì ad alcuni dettagli, un elemento aggiuntivo che ben presto diventò tradizionale. L’ultima innovazione che è stata incorporata alle caratteristiche dello stivale da cowboy in tempi recenti, è l’aggiunta di cuciture laterali su entrambi i lati della gamba, che permettono una maggiore resistenza. Poi dal Far West arrivò un altro mito per completare la leggenda degli stivali da cowboy: Buffalo Bill. Le sue leggendarie performance e, più tardi, i suoi viaggi portarono l’immagine del cowboy nel resto degli Stati Uniti. Alla fine del XIX secolo gli stivali da cowboy erano diventati famosi quanto l’invenzione di un uomo chiamato Levis Strauss. Stivali e jeans costituirono il look da cowboy, look che stava invadendo gli studi dell’industria cinematografica. Da allora in poi, il calzolaio ufficiale delle star, assunse i calzolai texani. Con l’avvento di John Wayne, James Dean e Marlon Brando, la continuazione di questi stivali sui set dei film fu assicurata. Un altro culto è stato poi aggiunto al cinema: il rock. Elvis Presley e Johnny Hollyday hanno contribuito anche loro all’immortalizzazione della fama degli stivali da cowboy. All’alba del secondo millennio, più di duecento anni dalla loro creazione, gli stivali western sono un indumento indossato da milioni di persone. Dai cowboy a Ronald Reagan, questi stivali hanno attraversato secoli e continenti, accumulando un patrimonio culturale. Negli Stati Uniti o in Europa, in Australia o in Giappone, sono venuti a simboleggiare lo spirito pioneristico e quindi una certa immagine di libertà. Camionisti, statisti, registi e cantanti, tutti li indossano a tutt’oggi. Tuttavia il motivo del loro successo sta nel concetto dello stivale stesso. Per ottenere questo risultato, i “boot-makers” hanno senza dubbio avuto il vantaggio di duecento anni di esperienza.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre offerte!!!

   

Log in

Carrello

Translate »